La storia


Nel 1970 Romolo e Remo impiantarono i primi vigneti passando dall'alberata, sistema usato al tempo in cui la vite era maritata all'acero che fungeva da sostegno, alle attuali forme a spalliera, dando così il viatico al miglioramento della qualità.

N ella metà degli anni ottanta Davide e Stefano entrano a pieno titolo nella gestione dell’azienda introducendo pratiche agronomiche ed enologiche finalizzate all’ulteriore miglioramento della qualità.

Vengono messi a dimora vigneti ad alta densità e introdotte pratiche colturali, come le potature corte, il diradamento di selezione e la vendemmia manuale con ulteriore controllo qualitativo, che hanno accresciuto in modo sensibile le proprietà delle uve.

Nello stesso periodo e in cantina vengono avviate nuove tecnologie per la vinificazione: la pressatura soffice, il controllo della temperatura durante il processo produttivo, le barriques per la maturazione dei vini.

I l recente ingresso nell’attività di famiglia di Laura e Lucia, figlie di Davide, ha migliorato l’accoglienza e le relazioni con i clienti.

Abbiamo così incrementato l’offerta di degustazioni guidate in abbinamento ai prodotti dei contadini dell’areale, all’interno della moderna struttura realizzata negli ultimi anni.

Per la bontà del nostro vino dobbiamo ringraziare sia la qualità del suolo che la meravigliosa posizione; per questa ragione per anni la nostra etichetta ha riportato la scritta "Contrada Fontemaggio, Servigliano".